L'ECCIDIO DELLA FAMIGLIA NAVONE (Roberto Nicolick)CRIMINI DEL COMUNISMO E ATROCITA' PARTIGIANE24 Marzo 2021

L’eccidio della famiglia Navone di Leca d’Albenga   (Roberto Nicolick) Era una prassi scellerata quella di eliminare completamente, giustiziandoli sommariamente, interi nuclei famigliari che a discrezione dei partigiani, fossero giudicati collaborazionisti dei Repubblichini, la stessa cosa se il nucleo avesse un orientamento politico fascista. A Savona fu sterminata la famiglia Turchi in località Ciatti, a Natarella, sempre Savona, scomparve la famiglia Biamonti domestica compresa e ad Albenga, fu massacrata in modo plateale la famiglia Navone, formata da ben otto elementi, in Leca di Albenga una frazione di Albenga. Fu un fatto orrendo di cui oggi , come allora, non si parla assolutamente, preferendo focalizzare l’attenzione sugli eccidi commessi dai Nazi fascisti alla foce del Centa, alle cui vittime deve essere portato rispetto e ne deve essere alimentato il ricordo, senza tuttavia dimenticare le altre vittime dell’odio e della intolleranza....LEGGI TUTTO

L'ATTENTATO ALLA CANONICA DI CERETOLO (Roberto Nicolick)CRIMINI DEL COMUNISMO E ATROCITA' PARTIGIANE24 Marzo 2021

L'attentato alla canonica di Ceretolo (BO) 20 settembre 1947   (Roberto Nicolick) Ceretolo è una frazione di Casalecchio di Reno, cittadina nota per la produzione di culatello, il re dei salumi, la zona è nota per aver fatto parte del triangolo rosso della morte che fu teatro di centinaia esecuzioni sommarie compiute dalle brigate partigiane comuniste anche a guerra finita. Nel triangolo rosso della morte essere o essere stati vicini alla RSI suonava come una condanna a morte ma anche essere Cattolici impegnati poteva essere molto pericoloso, basta ricordare 22 preti assassinati prima e dopo il 25 aprile 1945 sempre dai soliti noti. Il 21 settembre del 1947 Bologna viene designata come luogo del raduno generale del Nord e del Centro Italia della Gioventù di Azione Cattolica, si prevede la partecipazione di quasi centomila giovani. I Comunisti Emiliani la vedono come una sfida, una provocazione da parte dei Cattolici impegnati che inoltre si affacciavano ...LEGGI TUTTO

LA STORIA COME NON LA RACCONTANO MAI (Barbara Spadini)CRIMINI DEL COMUNISMO E ATROCITA' PARTIGIANE24 Marzo 2021

La storia come non la raccontano mai (Barbara Spadini) Inauguriamo oggi questa "categoria" di articoli che avranno quale filo conduttore l'evidenza di quanto l'immagine in apertura dice: quasi cento milioni di morti (accertati, ma forse di più) vittime di un'ideologia politica e sociale, di una dottrina per i popoli mirata alla disintegrazione dell'individuo in quanto essere e persona e- dunque- pedina sacrificabile in nome di dis valori atei, privi di empatia e compassione: lo provano gli stupri, le torture, le esecuzioni di massa, le persecuzioni, lo svuotamento dei significati essenziali dell'esistenza. Questi articoli, provenienti da varie fonti e principalmente dal contesto facebook di una pagina che è stata oscurata in quanto scomoda alcuni anni fa, ma che in molti seguivano, arrivando alle 25000 iscrizioni, verranno qui ripubblicati, perchè nulla di quella pagina "Centro documentazione RSI" è andato perduto, e ci mancherebbe, conoscendo i detratt...LEGGI TUTTO

FREGNACCE ABRUZZESI (a cura di Alice Santoro e Francesca Santoro)L'ANGOLO DELLO CHEF, RICETTE DELLA TRADIZIONE (a cura di Alice Santoro e Francesca Santoro)23 Marzo 2021

Fregnacce abruzzesi   La “fregnaccia”, in dialetto abruzzese, sta ad indicare una “sciocchezza”, qualcosa di semplice e poco impegnativo. Proprio come questo primo piatto della tradizione, a base di fazzoletti di pasta all’uovo fatta in casa farciti e ricoperti di ragù di vitello e maiale. Un piatto semplice sì, ma buono da leccarsi i baffi. Nata come pietanza povera di contadini e pastori che la realizzavano con ingredienti genuini disponibili quotidianamente come uova fresche, farina e carne macinata di vitello, è tutt’oggi uno dei piatti più ricorrenti sulle tavole domenicali abruzzesi.  Ingredienti per 4 persone 500 gr Passata facoltativa Besciamella già pronta 1/2 Carota 1/2 Cipolla 1/2 Costa di sedano 150 gr Farina 00 150 gr Farina di semola rimacinata 230 gr Macinato di vitello q.b. Olio extravergine d’oliva 100 gr Parmigiano q.b. Sale 3 Salsicce ...LEGGI TUTTO

VIRGILIO (A.G. Fucilone)MANTOVA E DINTORNI23 Marzo 2021

Virgilio (Antonio G. Fucilone)   Quando si parla del poeta latino Virgilio (70 A.C.-21 settembre 19 A.C.) si parla di Mantova. Egli, infatti, nacque ad Andes, il centro abitato che oggi noi conosciamo come Pietole, non lontano dalla città. Il celebre epitaffio, che si legge sulla tomba del poeta, che si trova a Napoli,  ancora oggi risuona nei cuori mantovani autentici e recita: " Mantua me genuit, Calabri rapuere, tenet nunc Parthenope; cecini pascua rura duces". In italiano, questo epitaffio recita: " Mantova mi ha generato, il Salento mi rapì la vita, ora Napoli mi conserva, cantai pascoli, campagne, comandanti". Infatti, il poeta morì a Brindisi e cantò dei pascoli, nelle "Bucoliche", delle campagne, nelle "Georgiche" e dei comandanti militari, nell'Eneide Però, questo grande poeta latino ebbe a che fare con un'altra città: per l'appunto Napoli. Quando si parla di Napoli, si parla di leggende. Una di queste riguarda Vi...LEGGI TUTTO

MASSONERIA (A.G. Fucilone)STORIA23 Marzo 2021

MASSONERIA (A.G. Fucilone) Quando si parla di "libera muratoria", di frammassoneria o di massoneria si parla di un mondo molto complesso e con molte sfaccettature. Ora, faccio un sunto storico. La massoneria ebbe origine dalle corporazioni medioevali di architetti e muratori che costruivano le cattedrali. Queste corporazioni (o gilde) godevano di privilegi conferiti dalla Chiesa (dato che ne costruivano le strutture) ed operavano anche con ordini monastico-militari. Un esempio fu quello dei Bambini di Padre Soubise. Questo gruppo fu una vera e propria confraternita di operai specializzati chiamati compagnons. Questa confraternita, insieme a quella dei Bambini del Maestro Jacques e quella dei Bambini di Salomone, fu legata all'Ordine del Tempio (Cavalieri Templari) e costruì la cattedrale della città francese di Chartres nel 1194. Le pietre della cattedrale portano le firme di quegli operai. In Paesi come Francia ed Inghilterra, queste gilde furono molto attive...LEGGI TUTTO

PER COLPA DEL POLITICAMENTE CORRETTO IL CORONAVIRUS FARA' GROSSI DANNI (A.G. Fucilone)IL PUNTO DI VISTA23 Marzo 2021

Per colpa del "politicamente corretto", il Coronavirus farà grossi danni (Antonio G. Fucilone) Non è stato un caso se per codesto articolo ho scelto l'affresco del "Trionfo della Morte" dell'oratorio dei Disciplini di Clusone, in Provincia di Bergamo. Il Coronavirus COVID 19 sta seminando il panico qui in Italia e, purtroppo, ha anche ucciso un settantottenne di Vo' Euganeo, in Provincia di Padova, ed una settantacinquenne di Casalpusterlengo, in Provincia di Lodi. Intanto, continua a crescere il numero dei contagi. Speriamo che non ci siano altri morti. Ora, noi siamo diventati il Paese europeo con più contagiati. Il motivo di ciò è molto semplice: non si sono implementate le giuste precauzioni. Storicamente, quando ci sono epidemie di codesto tipo, si implementano i cordoni sanitari. Si sarebbero dovute bloccare le comunicazioni da e per la Cina e si sarebbero dovute mettere in atto le quarantene per tutti coloro che entravano nel nostro ...LEGGI TUTTO

ANTONELLA RICCIARDI INTERVISTA GIUSEPPE VOZZA, SCRITTORE ED EDITOREINTERVISTE (di Antonella Ricciardi)23 Marzo 2021

Antonella Ricciardi intervista lo scrittore ed editore  Giuseppe Vozza   Nel dialogo sotto riportato, Giuseppe Vozza, editore, scrittore, delinea l'importanza primaria di un riscatto non solo sociale ma, anche culturale, del Sud italiano: riscatto che passa attraverso una maggiore consapevolezza dei tanti fiori all'occhiello del territorio, alcuni celeberrimi, altri poco noti.  Nel patrimonio comune da conoscere meglio vi è naturalmente la chiesa rupestre di San Rufo di Casolla (frazione montana di Caserta), i cui affreschi ricordano, ad esempio, quelli molto più noti di S. Angelo in Formis, ma, pur non essendo da meno, sono ancora da conoscere maggiormente: un contributo alla maggiore conoscenza e consapevolezza sta venendo, infatti, offerto dall'associazione "San Rufo rinasce", che rappresenta una sorta di genius loci, di anima del luogo, valorizzando maggiormente il ruolo non solo locale, ma anche universale, di questi luoghi.  Piedimonte di Cas...LEGGI TUTTO

ALTRI SEI CONSIGLI PER CAMBIARE L'ITALIA (Carlo Vivaldi Forti)ATTUALITA'-GEOPOLITICA23 Marzo 2021

ALTRI SEI CONSIGLI PER CAMBIARE L'ITALIA (Carlo Vivaldi Forti)   Nel precedente intervento  avevo suggerito sei riforme, in particolare istituzionali, per cambiare l'Italia. Queste però non bastano per raggiungere lo scopo: altre ce ne vogliono, di natura socio-economica, e delle più radicali. Cominciamo con l'osservare come l'odierna forma di capitalismo sia del tutto superata dai tempi; infatti, se la funzione di un sistema sociale è garantire un buon livello di produzione  e di crescita , essa non è più palesemente in grado di assolverla. Non soltanto in Italia, ma in gran parte d'Europa è esplosa una recessione permanente che non può essere imputata alla famosa crisi del 2007, ormai remota, bensì alla incapacità di suscitare e governare le energie indispensabili alla ripresa. Sembra quindi del tutto improprio parlare di crisi, dato che ci troviamo davanti a un  declino costante della nostra vita...LEGGI TUTTO

ITALIA ALLA PROVA DEL LAVORO AGILE (P.Denni- M. Impagnatiello)ATTUALITA'-GEOPOLITICA23 Marzo 2021

Italia, alla prova del lavoro agile (smart working)   (Paolo Denni -Matteo Impagnatiello) Il mondo sta cambiando radicalmente nel pieno dell’emergenza sanitaria.  Vengono prese decisioni complesse per tutelare e riorganizzare sia la forza lavoro sia le nostre comunità; nel contempo, si procede con le attività lavorative, gestendo le criticità e continuando ad operare in un mutato contesto globale. I lavoratori iniziano concretamente a svolgere le loro attività da remoto, come misura per contenere la diffusione del virus, e,  malgrado la maggior parte delle aziende siano ancora impreparate, il “lavoro agile” pare volersi imporre. Si farà sempre più ricorso agli strumenti per i meeting virtuali, per poter interagire in una nuova modalità e condividere aggiornamenti in tempo reale: l'efficienza dei lavoratori migliorerà e permetterà alle imprese di ridurre i costi oltre che l’im...LEGGI TUTTO